Perché è importante la Guida Sicura? Scopriamolo attraverso le storie di Mauro e Valerio che si sono realmente trovati faccia a faccia con i rischi della guida


Mauro e Valerio si sono trovati di fronte ad un pericolo mentre stavano guidano, salvandosi per istinto e soprattutto fortuna. Ma non sempre fortuna ed istinto possono aiutare. Leggi le loro esperienze.


Un conto è imparare a guidare un altro è saper reagire ai pericoli, lo si spiega sempre nei corsi di guida sicura ma lo si comprende veramente solo quando ci si ritrova davanti al pericolo. Leggi i racconti delle esperienze di Mauro e Valerio, due ragazzi si sono trovati in difficoltà mentre erano alla guida e si sono salvati per fortuna.

Primo viaggio in camper, con la patente C1 non professionale puoi guidare già a 18 anni camper fino alle 7,5 tonnellate


Viaggiare in camper è un’esperienza entusiasmante che richiede una tipologia precisa di patente: la C1 non professionale, che con un esame informatizzato di 10 quiz ed un esame pratico ti consente di guidare camper fino a 7,5 tonnellate già a 18 anni.


Se questa estate hai deciso di provare l’esperienza di una vacanza in camper preparati a scoprire un nuovo stile di viaggio, molto diverso da quello a cui sei abituato, ma allo stesso tempo molto entusiasmante, avventuroso e, perché no, anche conveniente. In questo articolo abbiamo raccolto per te una serie di consigli ed accessori utili, che ti suggeriamo di prendere in considerazione per vivere al meglio il tuo primo viaggio in camper!

VIDEO – Animali domestici in auto, come trasportali in modo sicuro


Con l’arrivo del caldo portare con se il proprio cane è sicuramente una scelta più frequente, ma per la sua sicurezza e quella propria è bene osservare una serie di regole: scopriamo quali sono e le conseguenze che si rischiano decidendo di non seguirle.


Vivere a pieno il proprio animale domestico è un piacere, per questo capita a volte di portarlo in auto negli spostamenti più lunghi. La scena del cane con il muso fuori dal finestrino fa sorridere un po’ tutti, ma simpatia a parte vanno considerate delle condizioni di sicurezza fondamentali, per salvaguardare l’animale e se stessi.

Cornetti, amuleti e santini: quanto sono superstiziosi gli italiani alla guida?


La superstizione in Italia è viva e vegeta, lo dimostra un sondaggio in cui il 60% degli intervistati ha ammesso di credere con convinzione alle scaramanzie quando si trova al volante, mentre l’1,7% non si metterebbe mai alla guida senza il proprio portafortuna.


Coccinelle, quadrifogli, foto dei propri cari, folletti, gadget della propria squadra del cuore: in Italia tanti automobilisti credono molto nella superstizione, affrontando con più tranquillità la strada se in compagnia dei propri portafortuna. Lo conferma un simpatico studio condotto da chiarezza.it, un portale online di confronto tra polizze assicurative.

Revisione Auto, riportare il chilometraggio della vettura al momento della revisione diventa obbligatorio


Dal prossimo 20 maggio le revisioni auto dovranno attenersi a delle precise direttive dettate dall’Unione Europea, rispettando standard più elevati e segnalando il chilometraggio del veicolo al momento della revisione per contrastare il fenomeno delle manomissioni dei contachilometri.


Le novità sulla revisione auto incluse dalla direttiva Europea 2014/45 entreranno in vigore dal prossimo 20 maggio 2018 e coinvolgeranno sia i proprietari delle auto che gli addetti ad eseguire la revisione. Ciò che rimarrà invariato sono invece le tempistiche, dopo i primi quattro anni dall’immatricolazione e successivamente ogni due anni, e le sanzioni per chi circola senza aver revisionato la propria auto, variabili dai €168 ai €674 e raddoppiati in caso di recidiva. Ma vediamo invece cosa cambierà.

Cosa succede in caso di perdita totale dei punti patente: penalità, verifica saldo e modalità di recupero


È possibile continuare a guidare, impegnandosi però a recuperare tutti e 20 i punti attraverso la cosiddetta revisione della patente entro 30 giorni. Ma in cosa consiste? E cosa succede nel caso non si rispettasse tale obbligo? Facciamo chiarezza.


Quando si compiono una serie di infrazioni oppure ci si ‘dimentica’ di pagare troppe multe è possibile perdere tutti i punti della propria patente. In questo caso la legge impone al titolare della patente un periodo limitato di tempo per provvedere al ripristino dei punti, attraverso una procedura chiamata revisione della patente, per evitare di incorrere nella sospensione a tempo indeterminato, chiamata anche revoca. Questo periodo limitato corrisponde a 30 giorni. Periodo in cui, tuttavia, è consentito di continuare a guidare.